EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE

i tempi di Windows 10

0

Microsoft ha pubblicato ieri sul sul suo blog indicazioni sulle modelità del roll out di Windows 10. Ovviamente l’aggiornamento di oltre un miliardo di tanto variegati dispositivi, queste sono le cifre dell’evento in partenza fra poco meno di un mese, richiede la predisposizione di accortezze particolari.

Il componente di prenotazione, che è apparso sui windows candidati all’aggiornamento nelle scorse settimane, aveva chiaramente lo scopo di misurare l’interesse della clientela all’evento, e questo ha dato a Microsoft la possibilità di valutarne gli effetti e stabilire la schedulazione delle varie fasi della complessa vicenda.

La prima fase sarà quella di fornire la versione finale di Windows 10 agli OEM, i costruttori di computer, in modo che possano iniziare a configurare le macchine in produzione.
Subito dopo saranno distribuite le copie destinate ai commercianti al dettaglio, su scala planetaria, finalizzate all’aggiornamento dei PC in vendita e che fossero originariamente equipaggiati con versioni precedenti a Windows 10. Per questi, Microsoft ha anche predisposto anche un adesivo dedicato:

win10sticker
Dal 29 luglio inizierà la distribuzione finale al gruppo Windows Insiders, i beta tester che hanno assistito Microsoft nella messa a punto del sistema operativo. Successivamente partirà la distribuzione ai computer che hanno prenotato l’aggiornamento. Ogni distribuzione avverrà ad ondate, che saranno sicuramente attentamente monitorate per analizzare e risolvere problemi che dovessero nascere durante l’aggiornamento di massa.
Microsoft afferma che chi ha prenotato una copia di Windows 10 sarà avvisato quando l’analisi delle compatibilità avrà sancito che l’aggiornamento non creerà problemi e windows 10 sarà pronto per essere installato sul computer. Apparirà un messaggio come questo:

win10avviso
Stando a quando afferma Microsoft, l’aggiornamento dovrebbe essere possibile anche nei casi in cui non vi sia la totale compatibilità dell’hardware, dando all’utente la  possibilità di completare l’aggiornamento e risolvere successivamente i problemi.

Anche le versioni business saranno pronte a partire dal 29 luglio, ma i clienti a volume potranno scaricare la propria copia a partire dal primo agosto.

Il post termina con un ringraziamento a coloro che hanno partecipato al Windows Insiders per l’aiuto dato al progetto ed un invito a rimanere nel programma.

Condividi:

L'autore

Consulente Informatico, blogger, problem solver, radioamatore. Ho iniziato la mia attività nel 1977 sviluppando sistemi di calcolo nell'area energie alternative e rinnovabili e da allora mi sono sempre interressato delle frontiere della tecnologia. Nel 1984 sono stato fra i pionieri delle BBS, i primi servizi telematici pubblici, e l'anno successivo ho portato in Italia Fidonet, la prima rete pubblica mondiale, che ho coordinato sino al 1994. Sono attivamente su Internet agli inizi degli anni 90, Nel 1998 sono stato fra i primi a credere nella convergenza digitale, arricchendo internet con materiale multimediale, come audio e video, anni prima del Web 2.0. Continuo da sempre ad occuparmi di informatica e di tecnologia con un occhio attento al futuro che ci attende. Continuo a lavorare come consulente informatico, con una specifica competenza in sicurezza, reti di comunicazione, sistemi operativi e tecnologie di virtualizzazione.

Lascia un commento